Pagina 20 - 22
 
... il Nostro aveva intorno ai 25/28 anni, età abbiamo visto sufficiente per trasformare un allievo in un “abile dipintore”, ed essendo allievo del Canti era sicuramente presente e partecipe ai lavori nella Villa Strozzi con affreschi sicuramente tutti suoi, come “medaglioni e sovracamini”. In questa data lo Schivenoglia dimostra già di possedere tecnica e personalità definite, da buon pittore emergente, tanto è vero che abbiamo trovato nell’Archivio di Stato di Mantova, in data 1701 una vendita-divisione tra i fratelli Raineri di terre a Nuvolato (presso Quistello) e a Brazzuolo (presso Schivenoglia), nel quale il Nostro viene chiamato “Domine Mantuae Pictor”, e quindi a nostro parere già pittore conosciuto stimato e sicuramente autonomo.