Poi tornerò!.....


Quando m’immergerò nella fredda e buia notte,
si fermeranno le pale della grande ruota,
che ha macinato nel tempo avanzi di sogni,
adagiati ora nell’armoniosa serenità dell’anima.
Innumerevoli immagini in uno specchio frantumato,
ondeggiano nelle nebbie di un mare inquieto,
attendono che spunti un’aurora dell’infinito,
vestita e fragile come un fiore di loto.
E là! Dove infrangono i venti dell’ultima spiaggia,
darò voce alla vita nel silenzio profondo,
con i suoni melodici della dolce musica,
sui sentieri che s’inoltrano nelle storie d’amore.
Lascerò sparsi nei grandi spazi delle rinunce,
glorie e le amare lacrime dei sacrifici,
per meritare il pane duro della povertà,
ed un piccolo angolo nel mondo dei giusti.
Poi tornerò nell’alone dei tanti ricordi,
illuminato dalla luce fredda delle stelle,
liberato dalle crudeli catene della sofferenza,
per seminare gioie e speranze sul vostro cammino.

Schivenoglia, Settembre 2003